La sorpresa dei funghi

Nonostante le rarissime piogge delle scorse settimane, la temperatura mite e un sufficiente grado di umidità hanno determinato condizioni favorevoli alla comparsa dei cosiddetti carpofori o corpi fruttiferi, le parti dei funghi deputate alla dispersione delle spore che operano la riproduzione delle varie specie. La quasi totalità dei carpofori che si incontrano nel parco non ha interesse alimentare, ma la loro apparizione permette di accorgersi di questi misteriosi organismi che vivono nascosti nel terreno o nei fusti degli alberi e solo in questi momenti manifestano in maniera visibile la loro presenza in natura; e lo fanno con forme spesso curiose, colorazioni brillanti, odori pungenti, spuntando in posizioni talvolta inaspettate per poi scomparire allo stesso modo e compiere una nuova fugace apparizione negli stessi punti solo dopo anni. Per questo, al di là di conoscerne nome scientifico o caratteristiche organolettiche, può essere divertente dedicare una passeggiata nel parco a cercarli: ci sono tante specie diverse nascoste nel prato che calpestiamo o tra le radici e nei tronchi degli alberi sotto cui ci siamo fermati tante volte a riposare!