Programma Le Colline fuori della Porta 2020

Le colline fuori della porta 2020 

Passeggiate ed escursioni per i colli bolognesi

XIV edizione

IN RITARDO DI SEI MESI MA SI PARTE!
Ma attenzione alle nuove modalità di partecipazione

Come tutti sapete quest’anno le prime passeggiate ed escursioni del programma 2020 sono coincise con l’esplosione del Covid-19 e quelle di tutta la primavera sono state necessariamente annullate. Insieme alla Consulta per l’Escursionismo di Bologna, ci siamo chiesti in queste settimane che cosa fare del programma autunnale. La prima escursione, quella del 6 settembre, è ormai saltata, ma tutte le altre abbiamo deciso di farle! Con prudenza ma anche tanta voglia di ripartire.

Domenica 13 settembre la prima passeggiata guidata dalla Fondazione, L’anello di Valverde, è andata bene, pur con qualche piccola  incomprensione che ci suggerisce di precisare meglio alcune regole per l’iscrizione e così pure quella successiva, che si è tenuta domenica 27 settembre. Sia le passeggiate che le escursioni hanno ovviamente un numero limitato di partecipanti, sono su prenotazione e richiedono precise modalità di comportamento a cui ci raccomandiamo di attenersi in modo rigoroso. Più sotto in questa pagina, come sui siti delle varie associazioni che fanno parte della Consulta per l’Escursionismo di Bologna, trovate tutte le indicazioni su come iscriversi e comportarsi.

SIAMO SPIACENTI MA DI COMUNE ACCORDO CON LA CONSULTA PER L’ESCURSIONISMO ABBIAMO RITENUTO OPPORTUNO ANNULLARE LE ULTIME TRE PASSEGGIATE ED ESCURSIONI PREVISTE DAL PROGRAMMA (8, 14 e 15 NOVEMBRE).

ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ANNO!

MODALITA’ DI ISCRIZIONE E COMPORTAMENTO

Il numero massimo di partecipanti ammesso alla passeggiata è di 20 persone. Una volta raggiunto questo numero, ne daremo comunicazione sul sito. Eventuali altre richieste verranno inserite in una lista di attesa e in caso di rinuncia le persone saranno contattate entro la giornata di venerdì. Per iscriversi bisogna inviare una e-mail all’indirizzo info@fondazionevillaghigi.it, specificando data e titolo dell’escursione e indicando nome, cognome e recapito telefonico. Ogni persona che scrive può iscrivere al massimo un’altra persona (e la stessa persona non può scrivere più e-mail consecutive). Le prenotazioni vengono aperte alle 8 di mattina del lunedì che precede la passeggiata e vengono chiuse il venerdì successivo alle 16. Non sarà accettata la presenza di persone non iscritte alla partenza (e su questo saremo categorici, pena l’annullamento della passeggiata). Prima della partenza verrà fatto un riscontro dell’elenco dei partecipanti ed eseguito un controllo della temperatura con termometro senza contatto.

I partecipanti alla passeggiata devono:

– non essere soggetti a limitazioni legate al Covid-19 o presentare sintomatologie riconducibili (febbre, tosse, raffreddore);

– essere dotati di mascherina e disinfettante per le mani; la mascherina andrà sempre mantenuta correttamente, coprendo naso e bocca nel luogo di ritrovo e nei momenti di sosta collettiva e anche lungo il percorso quando non è possibile mantenere la distanza di 2 metri.

La richiesta di iscrizione implica l’accettazione delle condizioni sopra indicate.

Le colline fuori della porta 2020

Torna, per il quattordicesimo anno consecutivo, il programma di passeggiate ed escursioni nelle colline che si alzano a ridosso di Bologna e in tanti luoghi del territorio bolognese, dal Contrafforte Pliocenico ai Gessi Bolognesi, dalle valli del Savena, del Reno e del Lavino a Monte Sole. Il tratto comune di un programma sempre più atteso e frequentato sono le lunghe file di appassionati che testimoniano la voglia di vivere, ancora e sempre, un territorio collinare magnifico e pieno di sorprese, che è bello riscoprire ogni anno. A partire da Bologna, naturalmente, perché davvero, come sottolinea la citazione di Dino Campana che ha dato il titolo a questa fortunata iniziativa, le colline cominciano appena finisce il nucleo storico della città.

L’adesione alla Consulta per l’Escursionismo di Bologna di sempre nuove associazioni, che qualche volta hanno la loro base in comuni limitrofi, negli anni ha condotto Le colline fuori della porta a diventare sempre più ricche e “metropolitane”.

Da marzo a novembre ci sono ben 21 occasioni per scoprire i tesori naturalistici e storico-paesaggistici del nostro territorio, dalle passeggiate nel Parco Villa Ghigi e in altri parchi pubblici delle prime colline, sino alle escursioni in ambiti più distanti dalla città. Tra le tante proposte domenicali, ma in qualche caso anche di sabato, per esempio, ci sono passeggiate dedicate a uccelli, frutti, funghi e altri temi nel Parco Villa Ghigi, escursioni nelle aree protette regionali più prossime a Bologna, itinerari a carattere naturalistico o storico che si concludono nel bel mezzo di feste e sagre locali. A scorrere il programma ce n’è davvero per tutti i gusti. Segnatevi le date. Vi aspettiamo. E, come sempre, buone camminate e buon divertimento.

Informazioni e consigli per i partecipanti

Passeggiate ed escursioni sono gratuite e non occorre prenotarsi. Bisogna presentarsi puntuali all’orario di appuntamento. 

Le passeggiate sono percorsi più brevi e agevoli, analoghi a quelli organizzati molte volte nel Parco Villa Ghigi e nelle immediate vicinanze. Sono sufficienti scarpe comode e robuste e un ombrello (o una giacca impermeabile) in caso di tempo incerto. Le escursioni sono più lunghe e impegnative: richiedono una certa abitudine e un po’ di allenamento a camminare per qualche ora in salita e discesa su terreni sconnessi e a volte invasi dalla vegetazione. Servono scarponcini o pedule da montagna e non scarpe con suola liscia. È utile portare con sé uno zainetto con berretto, guanti, giacca impermeabile, occhiali da sole, acqua e il necessario per un pranzo al sacco. Meglio indossare abiti robusti da campagna, che resistano a rami e spine, e vestirsi a strati, per potersi alleggerire o coprire all’occasione. In caso di pioggia particolarmente forte sia le passeggiate che le escursioni si intendono annullate. Come si è riusciti a fare a volte in passato si cercherà, se possibile, di recuperarle in qualche domenica disponibile, facendo circolare l’informazione attraverso il gruppo Facebook “Le colline fuori della porta”, siti web, email, telefoni e passaparola.

Programma completo

Scarica il .pdf oppure leggi di seguito

Passeggiate ed escursioni sono gratuite per tutti. Il numero massimo di partecipanti ammesso alla passeggiata è di 20 persone. Una volta raggiunto questo numero, ne daremo comunicazione sul sito. Eventuali altre richieste verranno inserite in una lista di attesa e in caso di rinuncia le persone saranno contattate entro la giornata di venerdì. Per iscriversi inviare una mail all’indirizzo info@fondazionevillaghigi.it, specificando data e titolo dell’escursione e indicando nome, cognome e recapito telefonico. Non sarà accettata la presenza di persone non iscritte che si presentino alla partenza (e su questo saremo categorici, pena l’annullamento della passeggiata). Prima della partenza verrà fatto un riscontro dell’elenco dei partecipanti ed eseguito un controllo della temperatura con termometro senza contatto.

I partecipanti all’escursione devono:
– non essere soggetti a limitazioni legati al Covid-19 o presentare sintomatologie riconducibili (febbre, tosse, raffreddore);
– essere dotati di mascherina e disinfettante per le mani; la mascherina andrà sempre mantenuta correttamente, coprendo naso e bocca nel luogo di ritrovo e nei momenti di sosta collettiva e anche lungo il percorso quando non è possibile mantenere la distanza di 2 metri.
La richiesta di iscrizione implica l’accettazione delle condizioni sopra indicate. Presentarsi puntuali all’orario di appuntamento.

Domenica 13 Settembre
L’anello di Valverde
Un itinerario ad anello di circa 4,5 km sulla prima collina di Bologna, senza particolari difficoltà ma con un discreto dislivello, che collega Villa Ghigi a Villa Aldini e consente di ammirare splendide vedute sulla città e sulla collina, sommando interessi di carattere naturalisti­co, storico e paesaggistico.
Ore 9.30-12.30 Partenza dall’ingresso al parco di via San Mamolo (Giardino Norma Mascellani). Accompagna Fondazione Villa Ghigi.

Sabato 19 Settembre
Il diadema delle colline bolognesi: Porta Saragozza-Gaibola-Villa Spada
Ciò che resta dell’area di Villa Cassarini si divide tra il giardino pubbli­co e il segreto “bosco di Ingegneria”. Da qui si muovono i primi passi nella parte occidentale dei colli bolognesi, impreziosita dalla selenite che affiora tra San Michele di Gaibola e il torrente Ravone. Il percorso si conclude nei parchi comunali di San Pellegrino e Villa Spada, con vista su San Luca e la selvaggia valletta del rio Meloncello.
Ore 9-14 Ritrovo a Porta Saragozza, cancello del giardino pubbli­co di Villa Cassarini. Ritorno all’ingresso del parco di Villa Spada (all’incrocio tra le vie Saragozza e Casaglia). Accompagna CAI BO. 

Domenica 27 Settembre
Frutti di fine estate nel Parco Villa Ghigi
Una passeggiata per conoscere e apprezzare il ricco patrimonio di alberi da frutto presenti nel parco (peri, azzeruoli, fichi, cotogni e altri), accompagnata da racconti e curiosità sulle antiche varietà della tenuta Ghigi, con visita finale al prezioso Frutteto del Palazzino.
Ore 10-12.30 Partenza dall’ingresso al parco di via San Mamolo (Giardino Norma Mascellani). Accompagna Fondazione Villa Ghigi.

Domenica 4 Ottobre
Dal Lavino al Reno passando per Medelana
Visita al castagneto comunale di Medelana, riassettato dalla Consul­ta dell’Ambiente di Marzabotto. Dal Pilastrino di Gavignano si sale a San Chierlo e Medelana per i sentieri CAI 209 e 213. Raggiunto il castagneto, con pranzo al sacco, si scende attraverso i sentieri CAI 140 e 144 sino alla stazione ferroviaria di Lama di Reno.
Ore 10-16 Ritrovo al Pilastrino di Gavignano, fermata bus 686. Da Bologna treno ore 9.18 per Vignola con arrivo alla fermata Pilastrino di Zola; da qui coincidenza con bus 686 alle ore 9.42, direzione Tolè; scendere al Pilastrino di Gavignano. Rientro a Bologna da Lama di Reno, treno ore 15.58 o 16.59. Accompagna Montagna Incantata.

Domenica 11 Ottobre
Segnali d’autunno nel Parco Villa Ghigi
La luce è mutata, i colori cominciano a cambiare, piante e animali si preparano alla stagione fredda. Una passeggiata per cogliere i primi segni dell’autunno: le foglie ingialliscono, sui rami già si riconoscono le gemme che sbocceranno in primavera, gli uccelli fanno scorte per l’inverno, gli ultimi insetti si muovono alla ricerca degli ultimi fiori.
Ore 10-12.30 Partenza dall’ingresso al parco di via San Mamolo (Giardino Norma Mascellani). Accompagna Fondazione Villa Ghigi.

Domenica 18 Ottobre
Da Vado a Monte Sole
Dopo aver raggiunto la sommità di Monte Sole, si visitano alcuni tra i luoghi che furono investiti dagli eccidi dell’autunno del 1944 (cimite­ro di Casaglia, Cerpiano, Brigadello), per poi ridiscendere a Vado: un percorso senza difficoltà tecniche ma per buoni camminatori.
Ore 9.45-16 Dalla stazione ferroviaria di Bologna si prende il treno per Prato delle ore 9.08 e si scende alla stazione di Vado/Monzuno. Rientro dalla stessa stazione con treno per Bologna delle ore 16.15 o 17.19. Accompagna PassoBarbasso. 

Domenica 25 Ottobre
In occasione della XVII Festa Internazionale della Storia
Acque e strade nel Parco Villa Ghigi
Una passeggiata che, a partire da una mappa settecentesca dell’Uffi­cio Acque e Strade, racconta come sono cambiate nel tempo le stra­de nella tenuta Ghigi, cos’è accaduto nell’ultimo mezzo secolo al rio Fontane e ai corsi d’acqua minori, dov’è l’imbocco dell’acquedotto romano, a cosa sono serviti i recenti scavi e altre curiosità su questo angolo di collina così ricco di spunti interessanti.
Ore 10-12.30 Partenza dall’ingresso al parco di via San Mamolo (Giardino Norma Mascellani). Accompagna Fondazione Villa Ghigi.

Domenica 8 Novembre
I vigneti tra Borgonuovo e Casalecchio
Il percorso è accompagnato da un paesaggio di colline dolcemente ondulate, rivestite di boschi e ben tenuti vigneti. Dopo aver raggiun­to un’azienda agricola, con una sosta per gustare castagne e vino nell’ambito della Festa di San Martino di Casalecchio di Reno, si sale sul Monte Capra per poi scendere a Borgonuovo.
Ore 9-17 Ritrovo a Casalecchio di Reno, davanti alla Casa della Conoscenza, via Porrettana 360 (da Bologna bus 20). Rientro dalla stazione ferroviaria di Borgonuovo (treno per Bologna ore 17.10). Accompagna Madreselva. 

Sabato 14 Novembre
Sulla via del Fantini verso Monte Bibele
Si ripercorrono i passi del benemerito autodidatta speleologo, pale­ontologo e fotografo Luigi Fantini, per tratti dell’itinerario di recente ideazione a lui dedicato. Da Savazza si sale allo spartiacque tra le valli di Idice e Zena e, tra campi coltivati, versanti boscosi e antiche borgate, si cammina fino a Monte Bibele. Dopo una sosta con rapida visita all’area archeologica, si scende a San Benedetto del Querceto.
Ore 9.30-15 Ritrovo a Savazza di Monterenzio, di fronte al bar, via Idice 290 (da Bologna, bus 918 dall’autostazione alle ore 8.25). Rien­tro da San Benedetto del Querceto con bus 918, ore 15.04, direzione Savazza e Bologna. Accompagna Parco Museale Val di Zena.

Domenica 15 Novembre
Tempo di funghi nel Parco Villa Ghigi
L’autunno è il periodo più adatto, se le condizioni climatiche sono favorevoli, per scoprire la presenza dei funghi nella collina bologne­se. La passeggiata è un’occasione per conoscere alcune delle specie presenti nel parco, osservarne le caratteristiche e riflettere sul ruolo che questi particolari organismi svolgono in natura.
Ore 10-12.30 Partenza dall’ingresso al parco di via San Mamolo (Giardino Norma Mascellani). Accompagna Fondazione Villa Ghigi.