Casa del Custode

Il punto di ristoro del Parco Villa Ghigi

La Casa del Custode, accanto a Villa Ghigi, è un edificio che compare nelle carte settecentesche, anche se l’aspetto attuale è dovuto a un rimaneggiamento dei primi decenni del ’900. È stata abitata a lungo dalla famiglia Cerè, sino all’inizio degli anni ’70, e Luciano Cerè, il figlio del custode, scomparso nel febbraio 2018, ci ha negli anni trasmesso tante interessanti informazioni su questo edificio, sulla villa e sulla vita della tenuta di un tempo. Ridare vita alla Casa del Custode, disabitata dagli anni ’90, è sempre stata una nostra ambizione, anche per dotare il parco di un punto di ristoro e, di conseguenza, di un moderno servizio igienico per i visitatori. Negli anni scorsi, dopo aver ottenuto dal Comune di Bologna la concessione dell’immobile, abbiamo indetto una gara ufficiosa per la gestione del punto di ristoro, invitando a partecipare alcuni soggetti che negli anni e mesi precedenti avevano in modo autonomo manifestato interesse a svolgere un servizio di questo genere nel parco. Il progetto più convincente si è rivelato quello presentato da Bernardo Bolognesi e a lui è stata affidata la ristrutturazione dell’edificio e la gestione del servizio. L’iter amministrativo è durato e sta durando più del previsto, anche se nell’estate 2017  e in quella del 2019 il punto di ristoro è stato aperto per qualche mese e nel 2020, a causa del Covid, è stato aperto solo da metà giugno a metà settembre.

Quest’anno il punto di ristoro, per usufruire del quale occorre tesserarsi (5 euro), ha aperto giovedì 13 maggio.

I giorni e gli orari di apertura sono i seguenti:

Mercoledì, Giovedì, Venerdì orari 10 – 14:30 e 17:30 – 21.45
Sabato e Domenica orario continuato 9:30 – 21.45
Chiuso Lunedì e Martedì

Per tutte le informazioni e le prenotazioni tel. +39 3661940671

Ecco il programma degli eventi da fine maggio ad agosto.

info Casa del Custode

Per la Casa del Custode contattare:

Bernardo Bolognesi, gestore
casadelcustodevillaghigi@gmail.com
+39 366 1940671

Iscriviti e richiedi la tessera della Casa del Custode