La Fondazione Villa Ghigi si occupa di educazione ambientale, formazione, divulgazione, analisi e gestione del territorio, organizzazione di iniziative e manifestazioni a carattere ambientale. Propone attività in natura per le scuole di ogni ordine e grado, dal nido d’infanzia alle superiori. Le attività si costruiscono confrontando gli interessi degli insegnanti e studenti, con i suggerimenti degli operatori della Fondazione. Vengono proposte, inoltre, anche attività educative e ricreative nell’extrascuola, pensate per il fine settimana e l’estate, rivolte a diverse fasce d’età (dai 2 ai 6 anni e dai 6 ai 12 anni). Ma tante altre proposte si susseguono nel corso dell’anno, spesso in collaborazione con associazioni e soggetti attivi nel territorio.

La Fondazione gestisce inoltre l’Aula Didattica Parco Grosso, nel quartiere Navile, e il LEA Laboratorio di Educazione Ambientale di Villa Scandellara, nel quartiere San Donato e San Vitale, oltre al parco dei Prati di Mugnano a Sasso Marconi e, dal 2018, l’area verde adiacente a Villa Aldini.

La Fondazione Villa Ghigi, di cui sono soci fondatori il Comune di Bologna, la Città Metropolitana di Bologna e l’Università degli Studi di Bologna, è retta da un Consiglio di Amministrazione di tre membri, il cui presidente è designato dal Comune di Bologna, che viene rinnovato ogni tre anni. L’odierno consiglio è in carica dalla primavera del 2016. Lo staff della Fondazione è composto da una decina di persone, ai quali si aggiungono altri collaboratori e consulenti secondo una consuetudine di lavoro caratterizzata da una forte integrazione tra le varie discipline.

Consiglio d’Amministrazione
Mauro Bertocchi (presidente), Elena IacucciAdelaide Auregli

Organo di controllo
Francesca Buscaroli

Staff
Mino Petazzini (direttore), Angela Antropoli, Valentina Bergonzoni, Ivan Bisetti, Roberto Calzolari, Paolina Ceccarelli, Paolo Donati, Manuela Fabbrici, Teresa Guerra, Irene Salvaterra, Silvia Salvatorelli.

I sabati nel Parco Villa Ghigi